Accept Cookies?
Provided by OpenGlobal E-commerce

Il teatro degli Elementi Dinamici

TITOLO: 1952 imbrogli e un funerale – u murtezz

SINOSSI E DESCRIZIONE

La trilogia della tradizione tricaricese si chiude con il racconto del funerale. Dopo i primi due capitoli “Il matrimonio tradizionale... qui tricarico 1950” e “Il battesimo e 1951 suggestioni” tutti i nodi arrivano al pettine in questo ultimo spettacolo: La stanchezza cronica di Meng si rivelerà fatale, l'astio tra le comari e consuocere verrà tutto a galla così come quello per la “masciara”. Pancrazio e Rosina sempre più soli e precari non sapranno gestire la famiglia, il compare Peppe se la spasserà tra cantine e grandi abbuffate, Carmelina corteggiata dal “prete guastato” Roccuccio dovrà fare i conti con l'improvviso ritorno di suo marito Donato dalle Americhe. Ma il ritorno più inatteso sarà quello di “Zì Bangrazidd” lo zio americano di Pancrazio, fratello di Angelina fino a quel momento creduto morto. Inotrno a lui Angelina e Flumè architetteranno anche un finto funerale per convincere “Mariocc” della prematura e sfortunata dipartita del fratello d'America e delle sue fortune; ma Mariocc scoprirà l'inganno e saprà rivalersi con le amiche. Flumè intanto è impegnata da “Rccocc”, che da prete a furfante amerà tutte le donne e la bella vita e non disdegnando facili guadagni e rocamboleschi “prelievi” da fortune altrui.

Così la storia cresce e l'intreccio si amplia a tutti gli attori coinvolgendo finanche Sabella contesa da Peppe, l'amico Paolo e il furbo “Michele u Stigdianes” amante di Flumè e delle storie di poco conto.

La storia si chiude con l'ammonimento di Andonih, gabbato da Meng sul nome del secondogenito di Pancrazio che ha promesso al padre, ormai sul letto di morte, che avrebbe chiamato il suo nuovo figlio in arrivo proprio come lui, in segno di rispetto per un padre così leale e amato da tutti.

In un vortice di funerali tra nenie e coefore lo spettacolo corre veloce sul binario della commedia brillante e del grottesco; grottesco a tal punto da essere vero e “verace”.

TESTO:

Ass. Elementi Dinamici

REGIA:

Luciano Pisani

PERSONAGGI E INTERPRETI:

Maria Diele, Angela Mazzone, Mimmo Dell'Acquila, Maria Dema, Filomena Dema, Luigi Nacucchio, Michele Dipersia, Michele Degrazia, Pasquale Lamarra, Giuseppe Fedele, Paolo Fedele,Valentina Romano, Lisa Di Nobile, Antonio Guastamacchia, Francesca Grassano

SCENE E COSTUMI:

Ass. Elementi Dinamici

PRIMA RAPPRESENTAZIONE:

dicembre 2011, Auditorium Comunale, Tricarico

Newsletters

Elementi Dinamici

Elementi Dinamici

Seguici sui più diffusi social network, sarai sempre aggiornato su tutte le novità e le iniziative degli Elementi Dinamici. Ti aspettiamo...

Trovaci su Facebook

Ovunque con te...

Elementi Dinamici sui dispositivi Mobile